FACEBOOK

I tecnici Brembo catalogano il circuito di Silverstone tra quelli meno impegnativi per i freni. Tuttavia, ciò non significa che i freni non siano importanti su questa pista, così come non mancano i problemi: il rischio maggiore è determinato dalla possibile vetrificazione (glazing) del materiale d’attrito, dovuta all’incapacità di portare alla temperatura minima di esercizio dischi e pastiglie in carbonio, nonostante il materiale Brembo sia appositamente realizzato per evitare questo fenomeno. Delle 9 frenate che si effettuano ad ogni giro del tracciato inglese, solo 3 sono considerate altamente impegnative per i freni. La più dura è quella alla curva 6, dove le monoposto arrivano dopo un tratto a gas spalancato ad una velocità di 324 km/h. Grazie i freni si dimezza la velocità in 2,4 secondi durante i quali si percorrono 142 metri. Per riuscirci i piloti esercitano un carico di 127 kg sul pedale del freno e subiscono una decelerazione di 4,2 g.

IN EVIDENZA