Graphic designer e consulente d'immagine aziendale con la passione per l'acquerello, la calligrafia e la psicologia.

In ambito pubblicitario parte dalla grafica tradizionale, prediligendo il segno sintetico del marchio, che deve diventare segno distintivo, personalità, storia, etica e anima stessa del prodotto e del produttore per poi spostarsi sulla strategia di comunicazione per costruire una brand identity supportata dalla gestione dei social network.

 

La sua attenzione è sempre tesa a creare una grafica che sia coordinata e fedele all’immagine già consolidata o emergente del brand, perché per creare fedeltà al prodotto bisogna prima che la comunicazione sia fedele all’immagine del prodotto stesso.